Accesso ai servizi

COME FARE PER

Dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà

Come Fare:

Responsabile: 

Renata Morra 

 

Descrizione del servizio:

La dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà consiste in una libera dichiarazione resa e firmata davanti a un pubblico ufficiale, riguardante stati, fatti e qualità personali di cui il dichiarante ha diretta conoscenza e che egli rende nel proprio interesse anche quando riguardano altri soggetti.
Tale dichiarazione può essere presentata: agli Uffici della Pubblica Amministrazione, ai gestori di Pubblici Servizi (ENEL, Telecom, ACI etc.) e ai privati che l'accettano (non avendo essi l'obbligo di accettare tali dichiarazioni). Le dichiarazioni possono essere fatte su carta libera o anche utilizzando moduli predisposti dai vari enti o uffici.
Le istanze e le dichiarazioni da produrre alla Pubblica Amministrazione (o a gestori o esercenti di pubblici servizi) sono sottoscritte in presenza del dipendente addetto. Se non è possibile consegnarle personalmente, è possibile trasmetterle via fax, per posta o per via telematica o farle consegnare da altri dopo averle firmate ed avere allegato la fotocopia del proprio documento di identità.
Per le istanze e le dichiarazioni da produrre a privati l'autenticazione è redatta di seguito alla sottoscrizione e il pubblico ufficiale che autentica attesta che la sottoscrizione è stata apposta in sua presenza, previo accertamento dell'identità del dichiarante.
Le dichiarazioni sostitutive possono essere rese anche da cittadini extracomunitari residenti in Italia secondo le disposizioni del D.P.R. del 28/12/2000 n. 445 "Testo unico delle disposizioni legislative in materia di documentazione amministrativa". 

Documentazione: 

Un documento di identità valido.

Costi e modalità di pagamento: 

Per le dichiarazioni in bollo: € 15,14 (€ 0,52 per i diritti di segreteria più € 14,62 per la marca da bollo).

Notizie utili: 

Si possono dichiarare solo situazioni che riguardano fatti già avvenuti e conosciuti dal dichiarante; non si possono dichiarare impegni futuri (esempio: intenzione a rinunciare ad un'eredità), per tali casi occorre rivolgersi ad un notaio.
E' possibile richiedere l'autentica in qualsiasi Comune: non è necessaria la residenza.
Le dichiarazioni sostitutive non sono ammesse per i certificati medici, sanitari, veterinari, di origine, di conformità all'Unione Europea, marchi e brevetti.